pulizia filtri condizionatori
Riccardo Finezzo Giugno 16, 2020 Nessun commento

Primi caldi? Pensa al tuo condizionatore!

 

Con l’arrivo dei primi caldi estivi stiamo già pensando ad azionare climatizzatori e ventilconvettori, ma siamo realmente pronti ad utilizzarli?

Come tanti elettrodomestici, anche queste apparecchiature necessitano di un po’ di manutenzione per restare efficaci ed efficienti nel tempo e soprattutto non risultare dannosi per la salute.

La sanificazione e la pulizia dei filtri dei condizionatori aiuta le nostre macchine in tre importanti risultati:

  • Garantire salubrità e pulizia dell’aria nei locali climatizzati;
  • Ottimizzare il funzionamento del climatizzatore/ventilconvettore;
  • Risparmiare energia.

Cosa succede se non si puliscono i filtri del condizionatore?

Nei filtri dei nostri split/fan coil si annidano polvere, batteri, impurità ed agenti inquinanti vari che possono essere respirati da chi occupa i locali climatizzati (si consideri che per non disperdere l’aria climatizzata, i locali sopraindicati molto probabilmente non saranno debitamente arieggiati per garantire un buon ricambio d’aria).

Di conseguenza l’efficienza della macchina risulta compromessa: aumentano sia i costi di energia che la maggiore usura dei macchinari.

Diventa quindi fondamentale eseguire una pulizia dei filtri abbinata ad un’azione disinfettante (a maggior ragione in questo periodo di convivenza col virus Sars-Cov2).

Come fare la pulizia del condizionatore?

Bisognerà procedere perciò alle seguenti operazioni:

  • Apertura del condizionatore/ventilconvettore e smontaggio del filtro (un’operazione piuttosto semplice in quanto per farlo nella maggior parte di questi apparecchi non è richiesto l’utilizzo di alcuno strumento);
  • Aspirazione del filtro con aspirapolvere o soffiatura con aria compressa (non va invece bene utilizzare un phon in quanto troppo poco potente);
  • Lavaggio manuale con acqua e sapone neutro;
  • Asciugatura lontano da fonti dirette di calore (non esporre i filtri al sole per non rovinarli);
  • Applicazione di prodotto sanitizzante;
  • Asciugatura post applicazione del prodotto sanitizzante;
  • Prima di procedere a reinserire i filtri è bene sanificare anche gli split/fan coil da cui provengono sempre con l’applicazione della stessa procedura (aspirazione, detersione, disinfezione ed asciugatura)
  • Rimontaggio dei filtri nel loro alloggiamento;
  • Avvio del climatizzatore/ventilconvettore per pochi minuti per ultimare l’asciugatura delle varie parti e testare la corretta efficacia del trattamento.

E’ altresì importante eseguire questa manutenzione non solo all’inizio dell’estate, ma anche nel caso in cui i condizionatori/ventilconvettori debbano essere utilizzati in locali chiusi da tempo o che non vengano utilizzati da molto. Proprio per questo motivo è pratico abbinare queste operazioni alle pulizie di fondo.

Quanto costa la pulizia dei filtri del condizionatore?

Il costo per la pulizia dei condizionatori è abbastanza irrisorio per chi vuole seguire i consigli sopra riportati e non ricorrere ad imprese specializzate.

Per chi invece vuole appoggiarsi ad imprese specializzate in questo settore, i vantaggi sono molteplici:

  • prodotti specifici per la pulizia e la sanitizzazione;
  • macchinari adeguati per lo svolgimento dell’operazione;
  • personale altamente qualificato e formato.

L’Igienica, da sempre attenta alle esigenze della sua clientela, è costantemente impegnata nella sanificazione dei sistemi di ventilazione di uffici ed abitazioni private: l’utilizzo di macchinari e prodotti di uso professionale e la formazione degli operatori sono valori aggiunti della nostra azienda per la buona manutenzione di questi ambienti.

Per un preventivo per la pulizia dei condizionatori e ventilconvettori, clicca qui

 

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.

Puoi contarci. 

 

Share Button
Riccardo Finezzo

Riccardo Finezzo

Esperto in gestione pulizie del settore civile: condomini e uffici
Riccardo Finezzo

Ultimi articoli di Riccardo Finezzo (vedi tutti)