Redazione L'Igienica agosto 9, 2017 Nessun commento

Trattamenti speciali per pavimentazioni in cemento de L’Igienica

Perchè dei trattamenti speciali per pavimentazioni in cemento

Il nostro blog sullo stile industrial ha riscosso notevole interesse. Questo conferma quanto il cemento sia un vero alleato di praticità che viene piacevolmente utilizzato sia per ambienti industriali che in ambientazioni private per esterni ed interni (v. blog cemento un vero alleato di praticità)

A grande richiesta di chiarimenti sui tipi di trattamenti speciali che
L’Igienica effettua per pavimentazioni in cemento, riepiloghiamo le tipologie di intervento più comuni.
L’importanza di trattamenti speciali professionali

Per ridare vita e lucentezza alle proprie pavimentazioni in cemento, è fondamentale un intervento professionale.

L’Igienica offre, in base alle necessità dell’utilizzatore finale, le seguenti opzioni:

  • Sigillatura con sigillante a base acrilica

Si intende un trattamento di sigillatura e di riempimento di tutti i punti che rendono la superficie disomogenea. Tale sigillatura di crepe e fessure permette una perfetta impermeabilità ai liquidi, una maggiore durezza e una maggiore durata delle pavimentazioni grazie ad una ritrovata compattezza della superficie, maggiore igiene e naturalmente un miglioramento estetico complessivo dell’ambiente.

Questo tipo di sigillante è indicato per la sigillatura dei pavimenti con poco traffico,come ad esempio gli archivi o cantine private di appartamenti condominiali Il prodotto solitamente usato dall’azienda è l’ Acrysil (ditta Kemika) che viene applicato con rullo o spandicera. Il tempo di asciugatura è di circa 30 minuti per ogni mano di prodotto steso.

  • Sigillatura con sigillante a base epossidica.

Questo tipo di sigillatura è indicato per pavimentazioni con traffico pesante (ad esempio reparti industriali e magazzini ove vi è il passaggio di carrelli elevatori) o molto intenso. Il prodotto ha un elevato potere impregnante. L’applicazione del prodotto avviene con nebulizzatore e rullo in modo da stenderlo omogeneamente sulla pavimentazione. Il tempo di asciugatura è assai variabile, da una a ventiquattro ore , poiché questo trattamento è sensibile alla temperatura

  • Levigatura

Il cemento tradizionale, soprattutto negli ambienti tradizionali, può sgretolarsi. Con il trattamento di levigatura de L’Igienica, il cemento può recuperare perfettamente la sua integrità ed impedire lo sgretolamento. Le pavimentazioni vengono perfettamente levigate e trattate con prodotti idrorepellenti. Sono disponibili anche trattamenti lucidanti per rendere le pavimentazioni brillanti come le superfici marmoree. Ottima facilità di pulizia.

I vantaggi di avere trattamenti professionali per le pavimentazioni in cemento.

Lucidare pavimenti industriali in cemento e in calcestruzzo porta innumerevoli vantaggi

  • la levigatura e la lucidatura di un pavimento industriale in cemento o calcestruzzo rende quest’ultimo decisamente più resistente ai graffi eal traffico di muletti, infatti i pneumatici non lasceranno segni grazie ad un grip eccellente che rende il pavimento antiscivolo; questo è reso possibile grazie all’utilizzo di consolidanti che aumentano la durezza del cemento penetrando nel pavimento e diventando un tutt’uno con esso, andando così ad eliminare il problema della formazione di fastidiose pellicole
  • la pavimentazione non creerà polvere e non si sfoglierà grazie al sistema precedentemente descritto.
  • Il pavimento sarà inoltre reso resistente agli agenti esternigrazie a prodotti idrorepellenti stesi durante la fase di conclusione del lavoro.
  • Inoltre i prodotti utilizzati durante la lavorazione di questi pavimenti sono assolutamente sicuri per la salute e atossici, e rendono la pavimentazione salubre
Cemento, igiene e stile.

Con i trattamenti professionali de L’Igienica i tuoi spazi con cemento assumono una nuova immagine. Sia che si tratti di spazi industriali che di ambientazioni private interne o esterne, i trattamenti professionali favoriscono l’immagine d’insieme e lo stile dell’ambiente. Non solo. Con pavimentazioni perfettamente levigate e sigillate sono più facili gli interventi di pulizia a tutto vantaggio dell’igiene.

 

Chiedi maggiori informazioni!

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia

 

Redazione L'Igienica luglio 26, 2017 Nessun commento

Piscine che passione! I migliori trattamenti di pulizia delle piscine

I Migliori trattamenti di pulizie delle piscine

 

Piscine che passione, benessere a prima vista!

 

Le piscine hanno un fascino straordinario. Sia d’estate che d’inverno la vista di una piscina richiama alla mente relax, benessere, piacevolezza. Sempre più amate e richieste dal mercato, gli hotel, gli agriturismo e spesso anche i B&B si dotano di piscine che spesso sono utilizzabili anche d’inverno con acqua riscaldata. E le abitazioni private? Chi non vorrebbe avere (spazio permettendo, s’intende!) una bella piscina all’aperto, per queste estati che si fanno sempre più afose! Le giornate calde ormai si affacciano già in primavera e proseguono fino a tardo autunno e con semplici teloni che coprono la superficie della piscina, è possibile mantenere la temperatura dell’acqua vicina a quella del giorno, favorendo così un utilizzo stagionale più esteso. Quali sono i migliori trattamenti di pulizia delle piscine dunque?

I migliori trattamenti di pulizia delle piscine

Nuove tecnologie e materiali consentono inoltre soluzioni pratiche e veloci di posa in opera adatte ad ogni budget, opportunità che rendono oggi le piscine un complemento di arredo esterno accessibile e sostenibile.

 

Seminterrate o fuoriterra, ogni piscina ha il suo fascino

Ampia scelta di piscine per ogni stile e gusto! Il mercato oggi non pone davvero limiti alla scelta e alla fantasia. Piscine seminterrate o fuori terra, questa è la prima scelta. E poi, in particolare per le seminterrate, il ventaglio di proposte si apre nella scelta di materiali di costruzione, tipologie di filtri a stimme o a sfioro, dimensioni, rivestimenti, forme, tipologie di bordi e di pavimentazioni bordo-piscina. Insomma per il nostro relax estivo, vi è solo l’imbarazzo della scelta.

 

Nella scelta, oltre all’aspetto estetico, è sempre opportuno considerare le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, affinché la nostra piscina si mantenga bella nel tempo e offra acque limpide per i nostri bagni più belli.

Piscine che passione!

 

Per gli interventi di manutenzione ordinaria, ricordare di chiedere sempre adeguate informazioni sui tipi di prodotti da utilizzare e le modalità di esecuzione, ad es per la pulizia dei filtri, nonché le attività stagionali da eseguire, in particolare a fine stagione estiva, per proteggere al meglio la piscina dall’autunno e dall’inverno che rappresentano momenti di accumulo di fogliame e detriti.

L’Igienica: i migliori trattamenti di pulizia delle piscine

I problemi di pulizia delle piscine principali sono legati alla tipologia dei depositi presenti sul fondo e sulle pareti. Essi sono di due tipi

 

  • Organici , come ad esempio muffe alghe unto animale e vegetale
  • Inorganici, come ad esempio calcare causato dalla durezza dell’acqua

 

L’Igienica opera con trattamenti professionali ed operatori specializzati in una modalità veloce e consolidata. Ecco in sintesi le azioni d’intervento de L’Igienica:

 

  • svuotamento della vasca dall’eventuale acqua presente. E’ opportuno agire in tempi relativamente rapidi in modo che lo sporco presente, essendo ancora umido e non cristallizzato, sia facilmente rimovibile (una vasca vuotata e con lo sporco asciugato renderà quest’ultimo più tenace per la rimozione con allungamento dei tempi e dei costi);
  • aspersione del prodotto alcalino (destinato alla rimozione della parte organica) con relativo tempo d’azione di circa 10/15 minuti;
  • azione meccanica, applicata con monospazzola oppure con idropulitrice, a seconda del grado di tenacità dello sporco da rimuovere.
  • aspirazione dei reflui di lavaggio;
  • aspersione del prodotto acido (destinato alla rimozione della parte inorganica ) con relativo tempo di azione 10/15 minuti;
  • azione meccanica, applicata con monospazzola oppure con idropulitrice, a seconda del grado di tenacità dello sporco da rimuovere;
  • risciacquo e aspirazione finale dei reflui di lavaggio.

 

A fine lavorazione è possibile che rimangano delle tracce biancastre dovute a risalita di sali .Si esegue quindi un controllo finale andando a ritoccare manualmente eventuali residui.

 

Piscine, che passione!

Ritrova la meraviglia delle acque azzurre e trasparenti nella tua piscina!

 

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia – offre trattamenti di pulizia altamente specializzati, ponendo grande attenzione a tempi e modalità di intervento, per avere la massima efficacia e i minori fastidi.

 
Richiedi ora un preventivo, senza alcun impegno!
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.

 

Redazione L'Igienica luglio 12, 2017 Nessun commento

Cemento, un vero alleato di praticità

Le pavimentazioni in cemento, per interni ed esterni

Le pavimentazioni in cemento stanno vivendo una rinnovata primavera. Da sempre considerate pavimentazioni “povere” per i contenuti costi di materia prima e posa in opera, tali pavimentazioni sono state relegate nel passato ad usi interni in cantine, magazzini e spazi industriali. Il cemento, noto per le caratteristiche di durezza, impermeabilità e resistenza, è da sempre ritenuto ideale per i luoghi ad alto impatto lavorativo, dove si spostano macchinari, casse, carrelli e piccoli mezzi di trasporto. A diritto ritenuto dunque un materiale praticamente indistruttibile, sul quale poter fare completo affidamento per il lungo periodo. Un vero alleato.

L’utilizzo del cemento, oggi

Oggi il concetto del cemento ha decisamente fatto un passo in avanti. Grazie ad un’ampia gamma di scelta di colori e tipologie di posa, le pavimentazioni in cemento sono entrate a pieno titolo tra la proposta di scelta in ogni tipo di ambientazione per ambienti esterni ed interni. Arredatori ed architetti, propongono soluzioni ad alto impatto estetico per esercizi pubblici come ristoranti, hotel bar e naturalmente per case private. Utilizzo di soluzioni in cemento personalizzate nello stile e nella posa in opera per cucine, bagni, ambienti completi in open space e loft o all’esterno per porticati, giardini, aree relax.

Le ambientazione “industrial” sono oggi infatti stile di tendenza. Linea essenziale, minimal, lo stile industrial impone il suo carattere grazie al connubio tra modernità e vintage, offrendo rigore estetico ma anche per funzionalità e praticità senza rinunciare ad eleganza ed accoglienza.   In queste ambientazioni il cemento diviene un caposaldo di arredamento, perfetto per rivestimenti, pareti o finiture “effetto cemento” o per pavimentazioni che risultano perfettamente compatibili anche con il riscaldamento a pavimento. Uno stile internazionale che ben si addice anche ad accogliere eventi aziendali, ricevimenti e banqueting ad alto effetto.

Tante qualità, poche cure.

Abbiamo già detto delle qualità delle pavimentazioni in cemento che fanno ritenere questo materiale un vero alleato di praticità. Resistente e facile da pulire, il cemento non richiede particolari cure.

Alcuni trattamenti specifici sono legati alle caratteristiche peculiari delle componenti adottate, ad es. cemento al quarzo, cemento stampato, cemento battuto, cemento con graniglia di marmo con diversi gradi di porosità. In questi casi sempre meglio chiedere consigli di trattamento ordinario dopo la posa in opera per mantenere intatte le caratteristiche della materia prima, in modo da evitare macchie ed ombre dovute all’assorbimento del prodotto sbagliato.

Pavimentazioni in cemento, anche l’occhio vuole la sua parte.

Nonostante la semplicità di manutenzione, e proprio grazie alla sua forza e durezza per gli utilizzi più impegnativi, è naturale che il tempo lasci tracce di “vita”. In particolare negli spazi industriali graffi, righe di macchinari, ombre, utilizzo di oli e polveri abrasive lasciano decisamente il segno.

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia – tratta le pavimentazioni e i rivestimenti di cemento con cure specialistiche di ultima generazione. Il risultato garantito sarà ritrovare la brillantezza del materiale e percepire luce ed igiene nell’ambiente. Un tocco di “salute” per i vostri ambienti!

Anche l’occhio vuole la sua parte! Cemento non significa “povero e brutto”.
Oggi più che mai il cemento è sinonimo di distinzione e stile, anche negli ambienti industriali.

Vuoi conoscere i tipi di trattamenti per pavimentazioni in cemento de L’Igienica? Scopri di più

Vuoi avere informazioni senza impegno? Contattaci!

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia

======

foto di Elite Service Group.

Redazione L'Igienica giugno 28, 2017 Nessun commento

Il Metodo antisettico. Buone prassi di consapevolezza

Il Metodo Antisettico. Buone prassi di consapevolezza


Igiene e sviluppo tecnologico. Quali correlazioni.

L’igiene è in continua evoluzione. Lo sviluppo tecnologico si impone con le proprie novità, modificando tendenze sociali e propensioni di consumo, in ogni campo che ci circonda. Oggi si parla di Industria 4.0, la quarta rivoluzione industriale che coinvolge il mondo dell’industria in genere, dove le tecnologie digitali cambiano il volto di prodotti, processi produttivi, scelte strategiche.

L’igiene e le pulizie industriali in genere non sono da meno. Nuove competenze, nuovi prodotti di pulizia sempre più evoluti, nuovi modi di operare, portano ad un’evoluzione dell’attività di pulizia di cui gli investimenti aziendali devono tenere conto. Non solo. Normative di settore specifiche e aggiornamenti continui, impongono la conoscenza e rigorosa applicazione di aspetti di pulizia e di igiene sempre più complessi.

L’igiene diviene una variabile strategica nella modernizzazione di industrie di ogni tipo, da quelle alimentari, a quelle farmaceutiche, a quelle manifatturiere in genere. Si tratta di saper rispondere con efficacia a nuovi standard di gestione ambientale, dove l’igiene investe non solo i processi, i prodotti e le persone, ma anche i materiali innovativi, le tecnologie e gli ambienti stessi in cui la nuova industria opera. L’obiettivo è la creazione di un “metodo antisettico” sempre più performante e competente.

Il “metodo antisettico”, l’evoluzione dell’igiene.

Il metodo antisettico è il risultato di uno sviluppo culturale dell’ultimo secolo. Per comprenderlo occorre capire l’importanza dell’igiene. Oggi diamo per scontata l’importanza dell’igiene, soprattutto quando si considera come metodo di contrasto contro agenti che possono essere nocivi per la salute. Ma per secoli non è stato così. Ci sono state epoche in cui si credeva che occorreva proteggersi con i vestiti per timore che agenti esterni potessero far passare attraverso la pelle delle malattie. Non si sapeva dell’esistenza di virus e batteri, si parlava più di “influenze maligne” motivo per il quale la pulizia si riteneva qualcosa di secondaria importanza.

Da dove nasce l’igiene. La storia.

Solo nell’ultimo secolo abbiamo cominciato a comprendere che esiste un piano più complesso da cui dipende l’igiene. Il cambiamento delle nostre prospettive sull’igiene inizia solo nel 1861 con la scoperta dei batteri e l’uso del fenolo da parte del chirurgo Joseph Lister. A quell’epoca secondo la Royal Infirmary di Glasgow, il 90% dei casi di fratture finiva con l’amputazione, eppure molti morivano di febbre post-operatoria per cancrena. Lister notò che questo avveniva negli ospedali e quindi non poteva dipendere dai “gas venefici”, bensì da qualcosa che veniva trasmesso attraverso fasciature, ferri chirurgici, o anche le stesse mani dei medici. Un passo decisivo verso una coscienza più “igienica” venne fatta quando Louis Pasteur dimostrò che la fermentazione di liquidi era legata ai batteri e che la bollitura poteva bloccarla. Lister intuì se il calore bloccava la fermentazione nelle ferite, la putrefazione poteva essere impedita dal fenolo, utilizzato quale deodorante per le fogne. Da quel momento nasce un metodo rivoluzionario per lo sviluppo dell’igiene che continua ad essere a tutt’oggi attuale: il metodo antisettico, basato disinfezione preventiva di tutto ciò che può venire a contatto con la pelle. E’ il 1867, l’anno in cui il valore dell’igiene comincia a poggiare su basi “scientifiche”. E non è un caso che a Dresda nel 1911 la prima mostra sull’igiene attirò oltre 5 milioni di persone.

Oggi. La storia dell’igiene continua con nuove variabili ecologiche.

Dagli inizi del secolo scorso la ricerca scientifica nell’igiene ha compiuto giganteschi passi in avanti. Oggi subentrano elementi sempre più delicati nella gestione dell’igiene: la salubrificazione di ambienti è condizione indispensabile, l’igiene “evoluta” che tocca prodotti, macchinari e aspetti personali di chi opera nell’ambiente, sono prassi sempre più conosciute ed applicate. Ma vi sono oggi anche elementi esterni che comportano il ripensamento del tema dell’igiene.

Nuove variabili ecologiche e fattori esterni indiscutibili quali il cambiamento climatico, l’inquinamento dell’aria, delle acque del suolo dal quale si traggono i prodotti nutritivi, nuovi prodotti alimentari, nuovi materiali e residui chimici che alterano i sapori, divengono fattori che richiedono all’igiene di fornire nuove e adeguate risposte.

Le aziende evolute. Buone prassi di consapevolezza.

Nuove aziende consapevoli del cambiamento stanno orientandosi verso una maggiore attenzione e prevenzione di tutte quelle dinamiche di igienizzazione che intervengono nei processi produttivi. Si tratta di una “cultura per la sostenibilità”, che viene adottata in ogni processo di scelta manageriale, ad esempio la scelta di prodotti igienici a scarso impatto ambientale, l’oculata gestione degli scarti, l’implementazione di sistemi controllo qualità estremamente evoluti per garantire la sicurezza igienica della produzione in particolare per le aziende alimentari, etc.

Che si tratti di beni deperibili come quelli alimentari o beni materiali innovativi, come tessuti iper-tecnologici come il grafene o le plastiche biocompatibili, l’igiene diviene sempre più una variabile strategica.

E dunque il metodo antisettico si evolve, adeguandosi sempre più alle dinamiche di cambiamento e sostenibilità di beni e risorse aziendali sempre più preziose.

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia – fornisce consulenze mirate dedicate all’ottimizzazione dei processi di pulizia ed igienizzazione aziendale.

 

Chiedi maggiori informazioni
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia

 

Redazione L'Igienica giugno 21, 2017 Nessun commento

Le pavimentazioni tessili negli spazi comuni. Quali trattamenti di pulizia.

Le pavimentazioni tessili negli spazi comuni. Quali trattamenti di pulizia. 

Moquette e pavimentazioni tessili negli uffici e spazi comuni

L’utilizzo della moquette in spazi comuni, ma anche privati, è stato per lungo tempo bistrattato. Oggi grazie a nuovi materiali, fibre e gamma di offerta, la moquette ha riacquistato il suo valore e la sua immagine. Non c’è dubbio che un ufficio pavimentato da moquette offra un’immagine elegante e rappresentativa. I colori delle moquette “arredano” lo spazio dandogli carattere e personalità. L’atmosfera appare più “soft” ed ospitale e gli uffici più accoglienti.  Si dice che la moquette sia anche confortevole per le articolazioni, inoltre attenua i rumori dei passi e crea un’atmosfera che favorisce l’attività. Ottimo benefici quindi per chi la vive ogni giorno, come i dipendenti degli uffici ove presente.

Tanti benefici e un pò di attenzione. 

Di certo un ufficio con la moquette è accogliente per chi lo frequenta e chi lo vive.   Una buona manutenzione della moquette è quindi da considerare con attenzione, anche per garantire l’ottimale brillantezza e durata nel tempo.

Non è sufficiente l’aspirapolvere come si può immaginare, ma di cure professionali. Si tratta di igienizzare le fibre da acari e germi, che possono arrecare ben noti fastidi di asma ed allergie. In particolare nei periodi in cui non si arieggia,  ad esempio in estate con i condizionatori o d’inverno con il riscaldamento, si accentuano i “fastidi” , si propagano virus  e  aumenta la percentuale di assenze per influenza. Inoltre vi sono gli effetti di un uso costante e comune: macchie di caffè, di inchiostro e dei generi più disparati, nonchè polveri negli angoli più remoti

Fibre naturali, fibre sintetiche: come rispettare la natura del tessuto

Moquette è il nome comune che si utilizza per le pavimentazione tessili.

Le moquette si possono suddividere in due grandi famiglie quelle in fibre naturali (lana) e quelle in fibre sintetiche (acrilica, nylon ecc). Lo staff de L’Igienica esegue trattamenti innovativi ed efficaci, per trattare ogni tipo di fibra e tessuto.

Per la fibra naturale sono indicate le tecniche di:

  • pulizia a secco
  • shampoonatura

Per la fibra sintetica sono indicate le tecniche di:

  • pulizia a secco
  • shampoonatura
  • iniezione estrazione
Pulizia a secco di pavimentazioni tessili

Questo sistema prevede l’utilizzo di polveri inumiditi con una parte di solvente, La polvere una volta stesa sulla superfice comincia a inglobare lo sporco. La parte solventata  evapora lasciando lo sporco inglobato e asciutto nelle polveri. La polvere viene poi rimossa mediante aspirapolvere o battitappeto

Attrezzatura e prodotti:  battitappeto, monospazzola con spazzola e polvere pulente.

Shampoonatura delle pavimentazioni tessili

Questo metodo pulisce il pelo della moquette a fondo, senza bagnare la trama. Il sistema comporta l’utilizzo di uno shampoo ad elevato potere schiumogeno ma con bassissimo contenuto di acqua. Tale schiuma viene distribuita sulla moquette con una monospazzola. La schiuma congloba lo sporco ed asciuga in circa 6 ore, trasformandosi in polvere che verrà poi aspirata.

Attrezzatura e prodotti: Battitappeto, macchina lavamoquette consistente in monospazzola con spazzola e compressore, shampoo per moquette, pettine

 

Iniezione estrazione

Questo sistema utilizza una soluzione detergente che viene spruzzata ad alta velocità nelle fibre della moquette (iniezione) e subito aspirata (estrazione). Si può anche, dopo avere spruzzato la soluzione, lasciare il tempo di agire prima di provvedere all’aspirazione, migliorando così l’azione detergente. Questo metodo ha tempi di asciugatura più lunghi dei metodi sopra descritti

Attrezzatura e prodotti: macchina lavamoquette ad iniezione estrazione detergente per moquette.

Come porre rimedio: pulizie professionali

Per una lunga vita e per mantenere colori vivi e brillanti, le pavimentazioni tessili negli uffici e nei luoghi comuni necessitano interventi professionali accurati, che sappiano curare e rispettare le diversità di fibre e tessuti.

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia – offre programmi dedicati per pulizie professionali di uffici e trattamenti specifici per moquette, con professionalità e organizzazione.

 

Richiedi una consulenza dedicata

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia

Chiedi anche informazioni sulle tecniche di pulizia

Ali Nobar giugno 13, 2017 Nessun commento

Igiene del personale nella propria azienda alimentare

Perché è importante l’igiene del personale nel settore alimentare?

Il settore alimentare insieme al settore sanitario sono gli ambienti di lavoro dove l’igiene del personale è tutto. I datori di lavoro e le figure aziendali preposte in materia di igiene, salute e sicurezza sul luogo del lavoro conoscono bene la rilevanza del tema, incluse le possibili implicazioni penali connesse.

Vi è inoltre un aspetto di immagine non indifferente, legato ai potenziali rischi e alle conseguenze di un possibile scarso igiene in azienda. Si pensi ai possibili danni di produzione, in caso ad esempio di contaminazioni (v. articolo “Muffe nell’Industria Alimentare”), o al possibile effetto negativo in termini di immagine e passaparola, senza contare le possibili sanzioni dagli Uffici di Igiene preposti al controllo.

Al personale che opera nel settore alimentare viene richiesta una specifica formazione e competenza, regolamentata dalle norme HACCP.

Il personale della tua azienda rispetta le norme HACCP?

I dipendenti, quindi devono perseguire costantemente una igiene personale e del vestiario abbastanza rigorosa.

Abbiamo stilato tre passi da effettuare per garantirsi il massimo livello di igiene dal proprio personale.

1° passo: Il sistema HACCP

Secondo il Regolamento CE 852/2004, gli addetti alla manipolazione degli alimenti devono essere controllati e devono aver ricevuto un addestramento e/o una formazione adeguati in materia d’igiene alimentare.

Tale formazione può essere effettuata dai responsabili HACCP. Ma quali sono le attuali normative HACCP che deve seguire un’azienda alimentare? Approfondisci l’argomento?

Schermata 2017-06-12 alle 11.25.41

2° Passo: Dare il buon esempio

Se si vuole imporre una certa disciplina sull’igiene del personale, bisogna essere credibili. Questa credibilità la otteniamo offrendo ai dipendenti un ambiente altamente igienizzato e pulito, nonché relativi macchinari ed attrezzature.

Questo è un aspetto molto importante, infatti non servirà a nulla addestrare il personale a certe norme igieniche HACCP se poi da parte dell’azienda non si segue la stessa strada; Il risultato sarà un personale che segue le regole igieniche solo nel momento in cui è sorvegliato per poi adeguarsi al degrado ambientale in cui opera.

E’ anche vero però che da parte dell’azienda non è facile essere al corrente di tutti i sistemi e i metodi di igienizzazione e pulizia dei propri macchinari e dei propri ambienti.
L’Igienica, Servizi di Alta Pulizia, propone programmi di consulenza dedicata.

 

3° Passo: Apporre delle norme imprescindibili

L’attenzione alle “buone prassi” in termini di igiene del personale non è mai sufficiente. Di seguito indichiamo norme basilari ma che purtroppo spesso si danno per scontate.

Schermata 2017-06-12 alle 11.24.52

Stampate queste regole e appendetele nel reparto alimentare della vostra azienda.
  • Pulire e disinfettare le mani con regolarità
  • Tenere le unghie delle mani pulite, tagliate corte e senza smalto.
  • Separare l’abbigliamento da lavoro da quello privato.
  • Non tossire o starnutire sugli alimenti. Per soffiarsi il naso usare solo fazzoletti di carta usa e getta.
  • Prima di iniziare il lavoro: togliersi anelli, braccialetti ed orologio.
  • Indossare sempre un copricapo.
  • Proteggere le ferite aperte con presidi medici resistenti all’acqua.
  • Informare il Datore di lavoro nel caso in cui si rientri da località turistiche in cui sono diffuse malattie infettive contagiose.
  • Evitare abitudini personali scorrette quando si manipolano gli alimenti: come toccarsi il naso, le orecchie, la bocca e i capelli.
  • Evitare il contatto diretto delle mani con gli alimenti. Utilizzare pinze, spatole, cucchiai, coltelli, ecc., correttamente sanificati.
  • La divisa deve essere sempre pulita ed in ordine e cambiata frequentemente.
  • Durante le pulizie NON deve essere indossato il grembiule.
  • Fumare e mangiare sono rigorosamente vietati durante le fasi lavorative.

 

Questi passi per arrivare ad un comportamento completamente igienico del personale, non solo gioveranno sulla qualità dei vostri prodotti perché non saranno più meta di microorganismi pericolosi,ma saranno soprattutto la base per costruire la vostra immagine aziendale.

 

Chiedi maggiori informazioni.

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia

Save

Save

Save

Save

Ali Nobar maggio 16, 2017 Nessun commento

Sapori, profumi e grande attenzione. Le muffe nell’industria alimentare

Chi non conosce il profumo del Gorgonzola? E chi non si è lasciato sedurre almeno una volta dal sapore forte e deciso del formaggio francese Roquefort? Questi formaggi dalla storia antica e molti altri prodotti alimentari nascono proprio grazie a particolari e selezionate muffe in grado, dopo un attento e sapiente lavoro di equilibrio, conservazione e fermentazione, di produrre i caratteristici profumi e sapori.

Asperigillus, penicillium roqueforti, Penicillium camemberti: quali differenze?

L’industria alimentare in genere e l’industria casearia in particolare, conoscono molto bene quanto muffe, funghi e lieviti siano microrganismi di grandissima utilità. Alcune muffe vengano usate nella produzione di formaggi senza alcuna controindicazione, anzi per migliorare le proprie caratteristiche organolettiche, e lo stesso dicasi per la produzione e/o conservazione di moltissimi cibi e bevande, attraverso l’utilizzo di tecniche fermentative. Si tratta delle cosiddette “muffe utili”.

Tuttavia non tutte le muffe sono innocue e quindi “utili”; molte specie sono tossiche e possono causare gravi danni alla salute dei consumatori, con conseguenti ingenti danni economici e di immagine all’industria alimentare coinvolta.  

Le muffe nell’industria alimentare. Attenzione alle specie dannose e quelle selvatiche, “wild”.

In generale, le specie amiche dell’industria alimentare sono “penicillium“, le quali sono utilizzate nei settori caseari, salumi, vinicoli. Le specie selezionate spesso portano il nome del prodotto associato, esempio Penicillium camemberti, oppure penicillium roqueforti, quest’ultima utilizzata nella produzione del formaggio omonimo ma anche nella produzione di Gorgonzola. Il nome specifico evidenzia che esistono altre “penicillium” che pur non dannose non producono i sapori caratteristici del prodotto riconosciuto.

Quali sono le specie di muffe più temute?

Le specie nemiche e temute dall’industria alimentare sono le “asperigillus“, responsabili della produzione di alfatossine, ritenute potenzialmente una delle cause di cancro del fegato. Le “asperigillus” possono perfino resistere il processo di cottura!

In sintesi, l’industria alimentare si trova di dover operare una lotta continua su due fronti:

  • escludere la presenza delle specie dannose per salvaguardare la salubrità dei propri prodotti
  • contenere la competizione dalle specie “wild” per garantire le proprietà organolettiche dei propri prodotti.
Industria alimentare: l’importanza di un ambiente igienizzato da muffe dannose

Un adeguato standard d’igiene richiede un’accurata analisi dei perocessi produttivi. Un piano di igiene, per essere effice ed effiicente allo stesso tempo, deve necessariamente tener conto dei materiali sottoposti alla lavorazione e quelli che li circondano, gli impianti che movimetano e trasformano, le risorse umane che li manipolano, ecc. In questo modo si riesce ad individuare i punti critici dei processi ed applicare le soluzioni più adatte.

La disinfezione e disinfestazione da muffe degli ambienti di produzione dell’industria alimentare è un tema di fondamentale importanza, regolamentato anche dalle normative (D.Lg. 193/2007), basata su autocontrollo tramite i principi di HACCP, in ambito sicurezza alimentare. Si tratta di interventi estremamente importanti perché possono prevenire situazioni di degenerazione improvvisa e calo qualitativo del prodotto, con conseguente importante impatto sulla produzione e sull’immagine aziendale.

L’azione risolutiva ottimale diviene quindi la disinfezione specifica che sa approcciare la muffa identificata in modo chimico andando ad interferire sul meccanismo specifico della sua cellula. Bloccare il processo riproduttivo della cellula è quindi il principio dei disinfettanti specifici che vengono utilizzati. L’approccio basato su “targeting” consente di limitare gli effetti negativi in termini di impatto ambientale e/o danni materiali agli impianti sottoposti all’intervento di disinfezione.

 

Chiedi maggiori informazioni
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.

==========

L’attività qualificata de L’Igienica nell’industria alimentare.
Dr. Ph.D. Ali Nobar

Dr. Ph.D. Ali Nobar

 Il Dr. Nobar, oggi a capo de L’Igienica SpA, specializzato in chimica e in microbiologia, è stato ricercatore presso il King’s College di Londra. Vanta un’esperienza specifica in ambito chimico in vari settori dell’industria, compresi quello alimentare e farmaceutico. Predispone programmi di consulenza dedicata all’industria alimentare, ad alto valore tecnico, per la massima efficienza aziendale. Conduce una formazione costante del proprio team, per una completa comprensione ed applicazione ad ogni livello delle più efficaci azioni di disinfestazione, che fanno de L’Igienica un partner sicuro e specializzato nelle azioni di prevenzione ed igienizzazione in ambito aziendale.

Save

Emanuele Florio aprile 27, 2017 Nessun commento

Processionarie. Attenzione a persone e animali

Gatta pelosa, bruga, gattola, ruga, munina, barböi… è conosciuta in tutta Italia ed è il flagello di molte aree verdi. Il Thaumetopoea Pityocampa – meglio conosciuto all’interno della famiglia delle “processionarie”, è un lepidottero appartenente alla famiglia Notodontidae, diffuso in Eurasia e Nordafrica.

Si tratta di un parassita presente nei boschi ma sempre più invasivo anche nel verde pubblico e nei giardini privati, in presenza di pini. Sono facilmente riconoscibili in quanto i bruchi creano vere e proprie “file indiane” o processioni, da qui il nome più comune. Quando attaccano le pinete, gli animali risultano altamente distruttivi, poiché privano gli alberi di parte del fogliame, compromettendone così il ciclo vitale. Nelle zone boschive il corpo forestale interviene compiendo vere e proprie disinfestazioni. Oggi il fenomeno si sta ampliando e le processionarie invadono parchi pubblici, giardini e spazi privati, animati da persone ed animali. Le amministrazioni si attrezzano per bonificare gli spazi comuni rispondendo al Decreto Legislativo entrato in vigore nel 2008 che recepisce una direttiva della Comunità Europea.

Ancora più complicato è l’ambito degli spazi privati, i cui interventi sono demandati totalmente ai privati cittadini.

Come agiscono le processionarie

Il pericolo delle processionarie arriva fin dal loro stato embrionale. Le processionarie nidificano alle estremità dei rami dei pini, formando bozzoli di uova che danneggiano le piante.

disinfestazione-processionarie

E’ durante lo stadio larvale che i bruchi pelosi diventano particolarmente pericolosi verso persone ed animali.

Il pericolo vero è rappresentato dai peli che ricoprono il corpo dei bruchi pelosi, particolarmente urticanti. Quando il bruco percepisce il pericolo, quindi quando si avvicinano persone o animali, i peli vengono lanciati come dei dardi verso le proprie vittime. Appena scagliati, questi sottilissimi peli riescono a penetrare la pelle andando a produrre eritemi papulosi di notevole gravità soprattutto se giungono a contatto con occhi, mucose nasali o se penetra nelle vie respiratorie.

disinfestare processionarie

 

A rischio sono bambini, ma anche adulti e soprattutto animali da compagnia, in particolare i cani, che con il muso usano sfregare il terreno. Non sono rari i casi di interventi all’Ospedale per sintomi di difficoltà respiratorie e problemi dermatologici di vario tipo, soprattutto da parte di bambini, così come assistenze veterinarie per gli animali.

Processionarie_Art. Alto Adige 24 apr 2017
Tipi e modalità di intervento

Per intervenire esistono più rimedi, in base alla stagione.

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia- opera in ogni spazio ed ambiente in totale sicurezza, con interventi specifici e professionali in base alla stagione. Interventi mirati con trappole meccaniche ecologiche efficaci contro i bruchi e le farfalle della Processionaria del Pino.

A fine inverno, generalmente da Gennaio ad Aprile, gli interventi si attuano con trappole meccaniche ecologiche che vengono poste alla base delle piante da cui gli animali scendono prima dei primi caldi, per andare a nidificare sottoterra. I nidi, infatti, si alimentano con aghi di pino da Settembre fino a Febbraio-Aprile. Nei mesi di Febbraio e Marzo, in base alla zona climatica, i bruchi pelosi cominciano la loro discesa formando le famose processioni. Queste trappole riescono a bloccare, catturandoli, tutti i bruchi che scenderanno dalla pianta.

Da Giugno a Settembre, invece, si agisce con trappole a base di ferormoni che hanno straordinarie capacità attrattive da parte delle farfalle maschio. L’azione si prolunga per più di 10 settimane. Queste trappole hanno più una funzione di monitoraggio e non garantiscono l’eliminazione del problema.

Interventi mirati de L’Igienica

Gli interventi mirati richiedono professionalità e specifiche abilità. L’utilizzo delle trappole richiede particolare cautela, sia per assicurare un corretto e adeguato posizionamento delle attrezzature, che la sicurezza di chi opera. Occorre inoltre una specifica competenza per saper riconoscere il parassita e gli effetti della sua infestazione.

 

Chiedi maggiori informazioni
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.

 

 

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Ali Nobar aprile 20, 2017 Nessun commento

L’importanza del fattore consulenza negli interventi di pulizia dell’industria alimentare.

Il settore alimentare cresce di anno in anno, in termini numerici e di complessità. Le normative specifiche si moltiplicano e le esigenze del mercato impongono innovazioni costanti, basti pensare ai prodotti bio o dedicati ad intolleranti e celiaci.
Nella quotidianità, le aziende alimentari, di prodotti da forno, di piccola e grande ristorazione, di prodotti dolciari, biologici o in generale di lavorazione e trasformazione, si confrontano con un grande ed importante tema: igiene, pulizia, manutenzione.

Il fattore tempo

Il processo di analisi e gestione delle pulizie negli impianti dell’industria alimentare impone alle Aziende tempo e risorse, difficilmente recuperabili in aziende già “stressate” in termini di numero e disponibilità di risorse umane interne. L’attività gestita in outsourcing da un’impresa di pulizie professionale, offre un valido aiuto alle aziende, con un duplice vantaggio: cost-saving e qualità nell’erogazione dei servizi.

L’Igienica, Servizi di Alta Pulizia, risponde con professionalità e competenza alla sfida di migliorare costantemente il proprio processo di intervento, rendendolo adattabile e flessibile alle necessità espresse delle singole aziende.

Le imprese dell’industria alimentare, che poggiano la propria attività su un ciclo produttivo costante e complesso, possono trarre benefici ragguardevoli da tale approccio operativo e di consulenza.

L’approccio di consulenza de L’Igienica – modello d’intervento.

Ogni settore dell’industria alimentare presenta caratteristiche e criticità specifiche. Per esempio, le problematiche di un’industria che produce e confeziona confetture sono molto diverse dall’industria avicola o quella che eroga prodotti dolciari da forno.

L’Igienica, Servizi di Alta Pulizia, propone la propria funzione strategica quale supporto integrato di consulenza e operatività nei servizi di pulizia, igiene e manutenzione.
Perché affidarsi ad un approccio operativo-consulenziale:

  • Competenze specifiche. La pulizia degli impianti produttivi e degli spazi utilizzati nell’industria alimentare è parte integrante del processo produttivo, quindi richiede competenze specifiche in termini di cicli di lavoro ed intervento.
  • Innovazione. Lo staff dedicato alla pulizia degli impianti dell’industria alimentare richiede aggiornamenti costanti circa l’innovazione tecnologica e di intervento.
  • Normative. Un’industria alimentare è sottoposta a norme e leggi specifiche (qualità, sanità, impatto ambientale derivante dalla gestione degli scarti e rifiuti, solo per citarne alcune), che richiedono formazione adeguata e costante.
  • Sicurezza. I processi produttivi nell’industria alimentare sono soggetti ad alcuni rischi generici nella gestione delle attività da parte degli operatori pulizie ed igiene del settore. Uno staff competente e adeguatamente formato è sinonimo di prevenzione.
  • Diversificazione. Gli spazi e gli impianti per la produzione degli alimenti svolgono differenti funzioni e richiedono metodologie e frequenze d’interventi diversi e mirati, che non possono essere di carattere generico, ma specifico e preciso per ogni settori dell’industria alimentare.
  • Coordinamento. Le attività ordinarie, straordinarie ed eccezionali devono essere sapientemente programmate e coordinate, nel rispetto delle necessità legate alla produzione e alla manutenzione degli impianti, minimizzano così sprechi di tempo e risorse.

Dedicare il giusto tempo nell’analisi di un’offerta per servizi di pulizia, igiene e manutenzione è un atto di rispetto verso la propria Azienda. Il beneficio in termini di tempo e risparmio sul medio-lungo periodo può essere sostanziale.

Chiedi maggiori informazioni
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.

Redazione L'Igienica marzo 15, 2017 Nessun commento

Pest Control Italy 2017. Importanti aggiornamenti di settore.

Anche quest’anno L’Igienica ha preso parte alla più importante Fiera di riferimento nel settore Pest Control, “Disinfestando 2017”, a Rimini.

Pest Control Italy 2017. Importanti aggiornamenti di settore

PEST ITALY, la 5° Expo-Conference della disinfestazione italiana si attesta quale  importantissimo evento dedicato alle tecnologie, ai prodotti e all’innovazione nel settore Pest Control, tema attuale verso il quale sempre più aziende mostrano sensibilità ed attenzione.

L’Igienica da anni opera all’avanguardia nel settore Disinfestazione e Pest Control, con grande apprezzamento da parte del mercato per il grado di analisi e di competenza offerti. Le normative in merito sono difatti sempre più specifiche ed impongono interventi professionali altamente specializzati, per garantire il raggiungimento dei necessari risultati.  Vi sono poi questioni legate ai controlli della Sanità Pubblica che stanno diventando sempre più stringenti e richiedono un aggiornamento puntuale.  Alcune aziende sono particolarmente sensibili alla materia, ad esempio quelle appartenenti al settore agro-alimentare e farmaceutiche, che conoscono bene quanto i potenziali rischi possano influire sulla qualità della produzione e sull’immagine dell’azienda stessa.

Cresce dunque sensibilmente di anno in anno l’interesse nella materia “disinfestazione” con conseguente partecipazione agli eventi di settore da parte di sempre più imprese.

L’Igienica a “Disinfestando 2017”, grandi novità

Con l’obiettivo di mantenere il massimo aggiornamento in ambito Pest Control, L’Igienica ha raccolto dalla partecipazione alla fiera di Rimini gli ultimi ed importanti aggiornamenti, confrontandosi su tematiche innovative e sempre più sfidanti.

Si sono toccati importanti aspetti legati ai cambiamenti climatici, alle migrazioni di nuove specie animali, a nuove tecniche di derattizzazione su tetti e superfici elevate, a nuovi trattamenti di lunga durata per le processionarie, a nuove esche virtuali estremamente valide in spazi industriali e fabbriche, al fenomeno “cimici” – sempre più presenti nelle grandi città del nord e ora anche in alcune regioni del sud Italia, e molto altro ancora.

Per le imprese di pulizie professionali è fondamentale saper offrire una giusta dimensione dei fenomeni, per evitare inutili allarmismi e invece informare adeguatamente su elementi di rischio potenziale, così da prendere preventivamente i giusti provvedimenti.

Novità ed innovazioni importanti anche sul tema degli interventi specialistici, ad esempio quello degli anticoagulanti in posizioni permanenti, problema attuale molto dibattuto, per il quale le nuove indicazioni europee stanno apportando modifiche sostanziali che influiranno in modo determinante sulle nuove strategie di derattizzazione, in termini di interventi ed attrezzature.

Pest Control, l’importanza di un Partner qualificato

A Pest Control Italy 2017 si è trattato anche l’importante aspetto della qualificazione degli operatori di settore, garantita da regolari aggiornamenti con seminari di formazione superiore. La materia della disinfestazione, infatti, recepisce a livello nazionale sempre più normative della Comunità Europea, quali ad esempio la norma UNI EN 16636.  L’applicazione nazionale delle norme europee da parte dei vari stati membri, è stato un altro tema dibattuto, con  interessanti interventi da parte di vari paesi europei.  Sostanzialmente da tutti è stata condivisa l’importanza di affidarsi a Partner di pulizie industriali specializzati, per garantire l’applicazione delle normative con competenza, professionalità ed affidabilità, nel rispetto dei nuovi protocolli ambientali e tecnologici di riferimento.

 

L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia, vuole essere il tuo Partner di riferimento di fiducia nel settore Pest Control.  Offre consulenza e programmi dedicati per rispondere pienamente ad ogni necessità legata al settore disinfestazione e derattizzazione.

 

Chiedi maggiori informazioni
L’Igienica – Servizi di Alta Pulizia.